Vegani in viaggio, i consigli utili per non sbagliare

I vegani sono sempre più numerosi in tutto il mondo e, anche se può sembrare strano al giorno d’oggi, viaggiare per chi segue una dieta precisa può trasformarsi in un’avventura per nulla semplice. Molto dipende, naturalmente, dal tipo di destinazione scelta e anche dalla tipologia di viaggio. Se, ad esempio, decidiamo di avventurarci in un safari in Africa sarà sicuramente più arduo stare troppo attenti alla nostra dieta e avremo anche poca scelta rispetto a un viaggio più classico in una grande capitale europea o mondiale. Così come se decidiamo di visitare qualsiasi città d’Italia, Roma in primis, alloggiando in un albergo comodo e centrale come il Floris Hotel, sarà di certo più semplice avere possibilità di scegliere i propri pasti senza problemi.

Vegani in viaggio, come organizzarsi

Ecco allora che dei vegani in viaggio dovranno sicuramente organizzarsi più nel dettaglio rispetto a chi non ha troppe pretese a livello culinario. In genere, soprattutto nelle città più grandi, i ristoranti e i locali hanno ormai aggiornato i propri menù, offrendo anche alternative per celiaci, vegetariani e vegani. Tuttavia, consideriamo anche che in paese straniero potremmo anche trovarci un po’ in difficoltà nella comprensione linguistica del menu in merito alle pietanze alternative e allora conviene sempre organizzarsi prima. In questo senso la tecnologia può rivelarsi molto utile, come l’utilizzo di applicazione che offrono liste di locali vegani o con proposte vegan nelle principali città europee.

Dieta vegana, quali sono i Paesi più difficili

Come dicevamo, in genere nelle città più popolose e famose è abbastanza semplice risolvere ogni pasto anche con ottime scelte vegane. Qualche problema in più, tuttavia, potremmo averlo in Paesi come l’Asia, dove è anche più complesso capire e farsi capire in modo diretto. In questo caso, allora, il consiglio è di recarsi nei mercati locali, molto diffusi in tutti i Paesi asiatici, e fare un po’ di spesa giornaliera a base di verdura e frutta con cui, eventualmente, sopperire a qualche pasto saltato. Anche in Paesi come questi, ovviamente, è importante dotarsi di qualche semplice applicazione che ci consenta di capire un menu locale senza troppi problemi, così come di destreggiarci in un supermercato. In questo modo, sapremo anche come leggere la lista degli ingredienti di un cibo imbustato, così da essere sicuri che non ci siano derivati animali.

Qualche trucco per vegani

Infine, ci sono anche quei trucchetti utilissimi per i vegani. In primis dotarsi di qualche barretta energetica da portare in valigia con noi, così da non avere nessun calo di zucchero anche nei momenti di maggiore difficoltà. Con un po’ di furbizia e di pazienza sicuramente il nostro viaggio da vegani sarà perfetto.