Siamo quello che scriviamo

Il marmo è una bellissima pietra naturale elegante e lussuosa e che rende funzionale e raffinata la pavimentazione di ambienti civili e industriali. Tuttavia, la pulizia di queste superfici in particolare se lucide non è facile, per cui è necessario seguire delle specifiche linee guida affinché l’operazione vada a buon fine. A tale proposito, vediamo come pulire un pavimento in marmo e cosa utilizzare per eseguire correttamente il lavoro.

 

Com' è fatto il marmo?

Prima di spiegare quali sono le migliori tecniche da adottare per pulire un pavimento in marmo è importante conoscerne a fondo le caratteristiche strutturali. Il marmo è una pietra naturale composta da calcare e altri minerali sedimentari. Il calore e la pressione all'interno della terra fanno sì che i singoli grani si ri-cristallizzino in una solida pietra. Impurità come argilla, sabbia e ossidi metallici aiutano a creare i diversi colori come il verde, il marrone e il nero. I geologi classificano la pietra nella categoria di metamorfica non foliata. Un pavimento in marmo è una delle pietre naturali più belle e che vengono create da millenni tanto che è ancora molto popolare al giorno d’oggi. Come tutte le superfici in pietra naturale deve però essere pulito regolarmente per evitare sporco e macchie, adottando quindi tecniche ben distinte e utilizzando strumenti adatti.

 

Le operazioni preliminari per pulire il pavimento 

Per la pulizia di un pavimento in marmo, in primis va effettuata un’operazione preliminare che prevede l’uso di una scopa asciutta o un aspirapolvere in modo da rimuovere la polvere che si è accumulata sulla sua superficie. In secondo luogo bisogna preparare una soluzione detergente con un prodotto chimico da miscelare con acqua specifica per la pulizia del marmo. Molte sostanze di uso comune in casa possono infatti danneggiarlo in quanto contengono eccipienti chimici non idonei. Terminata la fase iniziale del lavoro, si può poi procedere con la pulizia a fondo del pavimento in marmo attenendosi a vari passaggi e in relazione al grado di sporco che si è accumulato sulla superficie.

 

Lavare periodicamente 

Per la pulizia di routine di un pavimento in marmo ossia quando è solo sporco e non presenta macchie ostili, l’operazione consiste nel lavarlo con acqua mista al detergente specifico utilizzando un panno morbido in microfibra, oppure una scopa piatta della stessa natura, una spugna o una spazzola morbida. Fatto ciò, si continua a risciacquare la superficie sostituendo il liquido man mano che diventa sporco. Alla fine, si lascia asciugare il pavimento in modo naturale oppure utilizzando un panno pulito preferibilmente di lana o in microfibra.

 

Trattare eventuali macchie

Se il pavimento in marmo non è soltanto sporco ma presenta delle antiestetiche macchie apparentemente ostili, non è il caso di farne un dramma; infatti, si può intervenire in modo adeguato ed ottenere la superficie come nuova. Se sul marmo una macchia rimane a lungo, diventa sempre più difficile rimuoverla, per cui non appena cade qualche sostanza liquida conviene assorbirla subito con della carta. Premesso ciò, se la macchia si è creata a seguito della caduta di olio, latte, cosmetici o di altri liquidi, per rimuoverla si può optare per l‘uso di alcune gocce di detergente alcalino forte oppure per dell'ammoniaca da mescolare con il liquido specifico per marmi. Se tuttavia il composto si rivela insufficiente, allora si può aggiungere anche un po' di acetone e lasciarlo agire per un paio di giorni prima di provvedere al risciacquo e all’asciugatura finale. In ogni caso alla fine di questo trattamento antimacchia, per proteggere la superficie marmorea in caso di caduta accidentale di altri prodotti, vale la pena usare della cera specifica per pavimenti, in modo da rendere la superficie idrorepellente.

 

Come rimuovere le macchie di ruggine dal marmo

Mobili e contenitori in metallo possono arrugginire e macchiare il marmo. Ottone e bronzo vengono infatti spesso usati come inserti decorativi nei pavimenti in marmo. Se vengono lasciati bagnati, formeranno quindi degli aloni marroni molto difficili da rimuovere, e se è fortunati, è possibile lucidare la macchia di ruggine con della lana metallica sottilissima, mentre se il problema non si risolve è necessario procedere con un trattamento antiruggine. La maggior parte di questi prodotti sono tuttavia acidi quindi incideranno sulla superficie dei pavimenti in marmo, per cui diluirli con acqua e agire soltanto sulla macchia serve a minimizzare eventuali antiestetici aloni.